Home :: Astronomia :: Articoli di astronomia :: Scoperti sette pianeti extrasolari simili alla terra

Scoperti sette pianeti extrasolari simili alla terra

Scoperti sette pianeti extrasolari simili alla terra.....

SCOPERTI SETTE PIANETI EXTRASOLARI SIMILI ALLA TERRA

La Nasa ha annunciato la scoperta di un sistema solare con sette pianeti simili alla Terra, sei dei quali si trovano in una zona temperata in cui la temperatura è compresa fra zero e 100 gradi. La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature, è stata coordinata dall'università belga di Liegi e descrive il più grande sistema planetario mai scoperto. La stella, chiamata Trappist-1, è distante 39 anni luce.

Scoperta fatta da ricercatori del Belgio - La straordinaria scoperta, si deve ad un gruppo internazionale coordinato dall'università belga di Liegi. I pianeti ruotano intorno alla stella Trappist-1, molto più piccola e debole del nostro Sole. "E' un sistema planetario eccezionale, non solo perché i suoi pianeti sono così numerosi, ma perché hanno tutti dimensioni sorprendentemente simili a quelle della Terra", spiega il coordinatore della ricerca, Michael Gillon.

Usato il telescopio Trappist - Utilizzando il telescopio Trappist, installato in Cile presso lo European Southern Observatory (Eso), i ricercatori hanno scoperto che tre dei sette pianeti dei Trappist-1 si trovano alla distanza ottimale dalla stella per ulteriori ricerche. I sei pianeti più vicini alla stella sono paragonabili alla Terra per dimensioni e temperatura, hanno probabilmente una composizione rocciosa.

Una stellina rispetto al sole - Il 'sole' di questo sistema planetario, Trappist-1, è una vecchia conoscenza per gli astronomi: era stato scoperto nel maggio 2016 insieme ai tre pianeti. Trappist-1, nella costellazione dell'Acquario, è una stella nana ultrafredda, con una massa pari all'8% della nostra stella. In termini stellari quindi è molto piccola, solo un po' più grande di Giove.

Gli astronomi ritengono che queste stelle nane possano ospitare molti pianeti di dimensione terrestre in orbite molto strette, e Trappist-1 è il primo di questi sistemi a essere stato scoperto.

"La produzione energetica delle stelle nane come Trappist-1 è molto più debole di quella prodotta dal Sole, perché ci sia acqua liquida sulla superficie dei pianeti, i pianeti dovrebbero essere in orbite più vicine di quanto vediamo nel Sistema Solare.

Modelli climatici suggeriscono che i tre pianeti più interni siano probabilmente troppo caldi per avere acqua liquida. E il pianeta più esterno è probabilmente troppo distante e freddo per averne. Ma quei tre pianeti che si trovano con le loro orbite giusto nel mezzo rappresentano per gli astronomi una sorta di Santo Graal sui quali continuare la ricerca. Per ora con i nostri telescopi non siamo ancora in grado di dare nessun tipo di risposta e serviranno ancora diversi anni per capire la vera composizione di questi pianeti. IL primo pianeta extrasolare fu scoperto però nel 1995 nella costellazione di Pegaso: fino ad oggi sono stati scoperti ben 2687 stelle con almeno un pianeta che vi orbita intorno; ed i "Pianeti abitabili" con caratteristiche simili alla Terra sono 13 e altri 34 sono in fase di studio. Molti di questi pianeti sono stati scoperti dal telescopio spaziale : " Kepler " (Nasa). L'esistenza di questi corpi celesti si presume dalla diminuzione della luce quando un pianeta passa davanti alla stella, o calcolando le anomalie: gravità ed orbita.

  • Correntemente 5 di 5 stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Voto 5/5 (6 votazioni)

Grazie per aver votato!

Hai già votato questa pagina. Puoi votare solo una volta!

Your rating has been changed, thanks for rating!

Non hai accesso all'invio dei commenti.